Banner OpenAccess
Banner Torrossa

Cosa ci ha insegnato il covid-19: qual è il legame tra covid-19 e inquinamento? Lo sviluppo sostenibile ci conduce alla chimica circolare

Tavolaro Adalgisa
Articolo Immagine
Rivista:
Analysis
Anno:
2020
Numero:
3
Fascicolo:
Analysis N. 3-2020

Open Access Image


Download:

La drammatica situazione sanitaria mondiale ed, in particolare, quella italiana del marzo 2020 conseguente alla diffusione del Covid-19, ha spinto le comunità culturali a riflettere sul modello di sviluppo realizzato. In particolare, l’analisi della situazione epidemiologica e soprattutto la sovrapposizione delle zone ad alto indice di contagio con la mappa delle zone ad alto inquinamento da particelle sottili, ha spinto gli scienziati a riflettere sul legame tra i due fenomeni osservati. Inizialmente, si è così cercato un nesso tra le alte concentrazioni di particelle PM10 e PM2,5 ed il Covid-19, proponendo che la veicolazione del virus potesse avvenire per mezzo di questi materiali che sono, solidi o liquidi, sospesi nell’aria a formare un aerosol [1]. È da tempo, comunque, che sono purtroppo noti gli effetti dell’inquinamento da particelle sottili sulle malattie delle vie respiratorie croniche e sulla loro diretta, alta incidenza sulla generazione di malattie tumorali quali il cancro ai polmoni, al seno, ecc. È ora più che mai evidente al mondo scientifico che bisogna elaborare una riflessione più profonda, riflessione basata sulla necessità di ottenere un modello di sviluppo circolare, basato su un progetto industriale globale che non consideri più l’ambiente come un magazzino o “pozzo nero” per rifiuti e che utilizzi una Chimica nuova, la Chimica Circolare, rispettosa della Terra. In questo progetto culturale, tutti i prodotti di reazione (secondari, scarti, ecc.) sia industriali che generati da attività umane, devono essere riutilizzati e trasformati per sintetizzare nuovi materiali, in accordo alle direttive dettate dalla Chimica Circolare. Solo così sarà possibile realizzare un nuovo equilibrio naturale tra innovazione e ambiente, gettando le fondamenta di un nuovo modello di sviluppo sostenibile per una migliore qualità della vita, per la salvaguardia di tutti gli ecosistemi e di tutte le specie animali e vegetali, nonché dell’ambiente terrestre (inteso nella sua globalità).   

Parole chiave: Covid-19, inquinamento, sviluppo sostenibile, Chimica Circolare. 

The dramatic global health situation and, in particular, the Italian state that occured in March 2020 generated by the spread of Covid-19, has prompted the cultural communities to reflect on the development model created. Mostly the analysis of the epidemiological situation and the overlap of high contagion index areas with fine particles high pollution areas, prompted scientists to reflect on the linkage between this observed phenomena. Initially, a link was thus sought between the high concentrations of PM10 and PM2.5 particles and Covid-19, proposing that the transmission of the virus could take place by means of these materials, which are solid or liquid, suspended in the air at form an aerosol1. Fine particle pollution effects on chronic respiratory tract diseases and their direct, high incidence on the generation of cancer diseases such as lung and breast cancer, etc. have unfortunately been known for some time. It is now more evident than ever to the scientific world that a deeper reflection must be elaborated, a reflection based on the need to obtain a circular development model, based on a global industrial project that no longer considers the environment as a warehouse or “cesspit” for wastes and using a novel chemistry, the Circular Chemistry, respectful of the Earth. In this cultural project, all reaction products (secondary, waste, etc.) both industrial and generated by human activities, must be reused and transformed to synthesize new materials in accordance with the directives dictated by the Circular Chemistry. Only in this way, will it be possible to achieve a new natural balance between the innovation and the environment, laying the foundations for a new model of sustainable development for a better quality of life, for the protection of all ecosystems and all animal and plant species, as well as of terrestrial environment (understood as a whole).   

Keywords: Covid-19, Environmental Pollution, Sustainable progress, Circular Chemistry.