Banner OpenAccess

Costruzione di patrimoni

Le parole degli oggetti e delle convenzioni
Parbuono Daniele (curatore) - Sbardella Francesca (curatore)
Costruzione di patrimoni
ISBN/EAN: 9788855533966
Pubblicazione: 2017
Pagine: 336
Formato: 14,5 x 21,5
Materia: Antropologia
Acquisto carta

Quantità:

Costruzione di patrimoni

Questo libro intende fornire a chi voglia avviarsi verso lo studio e la ricerca in ambito patrimoniale una base lessicale e semantica per iniziare acomprendere gli scenari contemporanei a partire dal complesso dibattito aperto con gli strumenti normativi (convenzioni UNESCO in primis) che hanno segnato la storia dei concetti di tangible e intangible cultural heritage. D’altro canto, attraverso la riflessione su specifiche costruzioni e gestioni di oggetti e situazioni patrimoniali, fornisce esempi di come il dibattito scientifico e legislativo incida sulle concrete dinamiche deipatrimoni “in azione”.Il patrimonio non solo è apparato oggettuale, fisicità, ma anche complesso di conoscenze, manualità, tecniche, arti e tradizioni, saperi, concezionidel mondo, politiche. È connesso ai meccanismi di produzione delle eteroclite identità e delle rispettive forme di autorappresentazione di ogni gruppo sociale. I patrimoni costruiscono e definiscono le persone, così come le persone costruiscono e definiscono innumerevoli forme di patrimonio in un costante aggiornamento di attitudini, di pratiche, di credenze e di comportamenti.

INDICE

Parbuono Daniele

Università degli Studi di Perugia daniele.parbuono@unipg.it Phd in Etnologia e Antropologia, è Professore Associato di Antropologia Culturale e Direttore della Scuola di specializzazione in Beni demoetnoantropologici presso l’U-niversità degli Studi di Perugia. È stato Full Professor presso la “Chongqing Univer-sity of Arts and Sciences” (China) dove, insieme al prof. Liu Zhuang, tuttora dirige il “China-Europe cultural Heritage Centre”. È inoltre Special-Term Professor presso la Sichuan University (Cina). È socio SIAC (Società Italiana di Antropologia Cul-turale), ICOM (International Council of Museums) e AISC (Associazione Italiana Studi Cinesi). È co-direttore della collana “Heritage. Antropologia, musei, paesaggi”, Pàtron editore, Bologna; membro del Comitato di Redazione della collana “ITA-CA - Itinerari di Antropologia Culturale”, Morlacchi editore, Perugia; membro del Comitato Scientifico della collana “Proposte di Storia”, Pàtron Editore, Bologna. È inoltre membro dell’Executive Board della rivista “ANUAC. Rivista dell’Associazione Nazionale Universitaria Antropologi Culturali”. I suoi interessi di ricerca riguardano i fenomeni demologici, l’antropologia politica, i patrimoni linguistici e culturali con particolare attenzione ai processi di patrimonializzazione in Europa e in Cina.


Sbardella Francesca

E' docente in scienze storico-religiose e in discipline demo-etno-antropologiche all’Università degli Studi di Bologna, con particolare attenzione all’ambito cattolico europeo. Dopo il Diplôme d’Études Approfondies (DEA) inAnthropologie sociale et histoire de l’Europeall’École des Hautes Études en Sciences Sociales, ha conseguito il dottorato inStudi religiosi: scienze sociali e studi storici delle religionipresso l’Università di Bologna in cotutela con EHESS. Insegna presso la Scuola di specializzazione in Beni demoetnoantropologici di Perugia e presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Vicenza (ISSR).Con M. Turci dirige il Laboratorio permanente di Etnografia della cultura materiale (LAECM) e partecipa al Laboratoire d’Anthropologie et d’Histoire de l’Institution de la Culture di Parigi (LAHIC). Per Pàtron dirige con Fabio Dei la collanaAntropologia delle religionie con Daniele Parbuono e Mario Turci la collanaHeritage. Antropologia, musei, paesaggi.Tra le sue pubblicazioni:Antropologia delle reliquie. Un caso storico(Morcelliana, Brescia 2007),Abitare il silenzio. Un’antropologa in clausura(Viella, Roma 2015).


POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

HERITAGE - ANTROPOLOGIA, MUSEI, PAESAGGI

VOLUMI DELLO STESSO AUTORE

// Carichiamo l'elenco degli stati