Banner OpenAccess
Banner Torrossa

Il Regolamento dei contratti di TELT, primo caso in Europa di applicazione transfrontaliera di un regolamento antimafia destinato a contrastare le infiltrazioni mafiose negli appalti pubblici

Basilone Paola Cordier Marie-Pierre Nicoud Sthéphanie
Articolo Immagine
Rivista:
Gallerie e grandi opere sotterranee
Anno:
2020
Numero:
134
Fascicolo:
Gallerie e grandi opere sotterranee N. 134/2020

Acquisto digitale

Acquista:

€ 14.00

TELT (Tunnel Euralpin Lyon Turin) è il Promotore Pubblico designato nell’Accordo Italo-Francese del 30 gennaio 2012 responsabile della realizzazione e della gestione della sezione transfrontaliera della linea mista passeggeri e merci Torino-Lione, è l’anello centrale del Corridoio Mediterraneo della rete di trasporto europea. TELT è una società di diritto francese detenuta dallo Stato francese e dallo Stato italiano. Le regole giuridiche che sono seguite per la selezione degli appaltatori e l’esecuzione dei lavori sono disciplinate da due accordi internazionali conclusi tra l’Italia e la Francia nel gennaio del 2012 e il febbraio del 2015, entrambi ratificati nel 2017 dai Parlamenti degli due Stati, hanno un rango superiore alle leggi nazionali. Nell’accordo del 2015, i due Governi hanno preso l’impegno di dotare TELT di un Regolamento “antimafia” allo scopo di lottare con la più grande fermezza contro ogni pratica mafiosa. Il Regolamento è oggi attuato sotto la responsabilità di una struttura bi-nazionale pilotata dal Prefetto di Torino e dal Prefetto della Regione Auvergne Rhône-Alpes. Primo caso in Europa di applicazione delle verifiche antimafia al di là delle frontiere nazionali, il Regolamento prevede controlli rigorosi su tutta la filiera di appalti, sub-appalti e sub-contratti, indipendentemente dalla soglia e dall’oggetto del contratto. Parole chiave: diritto, promotore pubblico, accordi internazionali, Europa, Ten-T, antimafia. 

The TELT Contract Regulation, the first case in Europe of cross-border application of an anti-mafia regulation designed to contrast mafia infiltration in public procurement TELT (Tunnel Euralpin Lyon Turin) is the Public Promoter designated in the Italo-French Agreement of 30 January 2012 responsible for the construction and management of the cross-border section of the future Turin-Lyon freight and passenger railway line, the central hub of the Mediterranean corridor of the European transport network. TELT is a company under French law owned by the French State and the Italian State. The legal rules followed for the selection of contractors and for the execution of the works are governed by the two international agreements concluded between France and Italy on January 2012 and February 2015, both ratified in 2017 by the Parliaments of the two States, agreements that have a legal nature superior to national law. In the 2015 Agreement the two Governments made the commitment to provide TELT with an anti-mafia contracts regulation to fight against mafia-like infiltration in public contracts. The contracts regulation is today implemented under the responsibility of a binational organization guided by the Prefect of the Auvergne-Rhône Alpes Region and the Prefect of Turin. It is the first case in Europe of the application of anti-mafia legislation at a transnational level. The controls are not limited just to the level of the contractors, but extend to the entire subcontracting chain regardless of the threshold and the object of the contract. Keywords: law, public promotor, international agreement, Europe, Ten-T, anti-mafia.