Banner OpenAccess
Banner Torrossa

C’è un problema di iniquità nel DDL 988 sull’agricoltura biologica?

Saia Sergio
Articolo Immagine
ISSN:
1591-0695
Rivista:
Analysis
Anno:
2021
Numero:
2
Fascicolo:
Analysis N. 2-2021

Articolo Open Access

Download:

    Open Access Image

Recentemente è passato al Senato il cosiddetto DDL sul biologico o più correttamente il “Disegno di legge - Atto Senato n. 988 - XVIII Legislatura” recante “Disposizioni per la tutela, lo sviluppo e la competitività della produzione agricola, agroalimentare e dell’acquacoltura con metodo biologico”

(http://www.senato.it/leg/18/BGT/Schede/Ddliter/ testi/51061_testi.htm).

Il DDL è adesso al vaglio della Camera, che dovrà decidere se approvarlo tal quale o con eventuali emendamenti o rigettarlo. Il DDL ha sollevato non poche critiche da parte della comunità scientifica del settore per alcuni aspetti di iniquità palesemente riportati nello stesso. Come atteso quando tali argomenti vengono trattati dal grande pubblico, purtroppo, la disinformazione ha dominato la scena mediatica. La definizione tal quale del DDL è stata difesa a spada tratta da diversi politici e personalità in forte conflitto d’interesse, spesso travisando, probabilmente volutamente, le evidenze scientifiche e la necessità di definire una norma che tratti equamente tutti i professionisti della filiera agro-alimentare e agro-industriale, ivi inclusi quelli che si occupano di import-export. In questo articolo chiarirò brevemente le evidenze scientifiche sul settore biologico e sulle peculiarità della cosiddetta “agricoltura biodinamica”, citata esplicitamente nella legge, e sottolineerò i serissimi problemi normativi che potrebbero sorgere dall’approvazione tal quale del DDL. 


Parole chiave: biologico, legislazione, deroghe, consumatore, ricerca scientifica, finanziamento. 

Recently, the higher house (Senate of the Republic) of Italy approved the bill (in Italian: DDL) on the organic agriculture and products sector (in Italian: http://www.senato.it/leg/18/BGT/Schede/Ddliter/testi/51061_testi.htm). The Bill is presently under the evaluation process by the lower house (Chamber of Deputies) which should decide if to approve it, moving amendments or voting against it. The scientific community dealing with these issues posed serious concerns on some aspects in the Bill bringing unfairness in the sectors. These issues are treated on the mass media with lot of disinformation and fake news, as unluckily usual in Italy. However, the Bill is being upheld by many politicians and various well-known figures bearing conflict of interest, usually acting as denials of the scientific evidence. Most of these figures deliberately ignore the need to establish a fair regulation on the regards of the workers of the sector, including those acting on the import-export. Here I briefly clarify the scientific evidence on the performance and sustainability of the organic agriculture, explain the “peculiarities” of the so-called biodynamic agriculture, which is distinctly cited in the Bill, and underline the serious regulation problems that may arise from the approval of the bill as it is.  


Keywords: Organic, Legislation, Dispensation, Consumer, Scientific Research, Funding.