Banner OpenAccess
Banner Torrossa

Paesaggio in Sicilia

Dialogo territoriale ed episodi paesaggistici
Cannizzaro Salvatore - Corinto Gian Luigi
Paesaggio in Sicilia
Acquisto carta

Quantità:

Paesaggio in Sicilia

La recente evoluzione del territorio siciliano è testimoniata dal profondo cambiamento del suo aspetto, causato da una serie complessa di comportamenti spontanei e di decisioni politiche non sempre supportate da una strategia mirata alla sostenibilità, come se il dialogo tra componenti sociali e geografiche si fosse interrotto per eccesso di idiosincrasie e incomprensioni. Il territorio siciliano appare un mosaico di situazioni locali e settoriali molto diverse, mal gestite, preda di interessi particolari, non riconducibile ad intenti unitari di programma e gestione.

Gli autori affrontano la complessa situazione territoriale e paesaggistica della Sicilia trattando da vicino quattro fenomeni di vera e propria emergenza ambientale: la crescita e la concentrazione della popolazione nelle aree urbane e costiere, la perdurante presenza di poli industriali molto inquinanti, il radicale cambiamento del modo di fare agricoltura e la crescita incontrollata delle attività turistiche.

La prima parte del libro propone l’inquadramento del rapporto tra attività di gestione territoriale ed esiti paesaggistici; tratta il territorio e il paesaggio siciliani visti nella loro evoluzione fino ai giorni nostri, evidenziando i caratteri peculiari della Sicilia come risultato dell’incessante attività umana che, pur vincolata da elementi naturali, non ha mai smesso di affermarsi sulle forze della natura.

La seconda parte è dedicata ai fenomeni territoriali emergenti che hanno causato le modifiche più vistose del paesaggio: il mutamento della densità e della distribuzione geografica della popolazione, dell’industria, dell’agricoltura, del turismo, con un cenno alla diffusione di centri commerciali.

Il paesaggio è il principale indicatore dell’efficacia e della qualità dell’intervento politico di gestione dell’ambiente che, quando si degrada, tradisce politiche sbagliate che mettono a rischio la capacità produttiva delle comunità, perfino in termini di mantenimento dei livelli di reddito e benessere.

La Sicilia porta sulle proprie spalle, oltre che una storia antichissima, una forte responsabilità, anche perché, come si legge nel Viaggio in Italia di Goethe: “L’Italia senza la Sicilia, non suscita nello spirito immagine alcuna: proprio qui sta la chiave di tutto.”

 

INDICE

Cannizzaro Salvatore

Salvatore Cannizzaro è docente presso il Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università degli Studi di Catania dove insegna Geografia culturale nel corso di Laurea in Beni culturali e Geografia nel corso di Laurea in Filologia Moderna. Nel periodo 2007/2010 ha insegnato Geografia culturale e Geografia del paesaggio e dell’ambiente nei corsi di Laurea in Scienze del turismo presso l’Università di Macerata. Svolge attività di ricerca, principalmente, intorno a temi di Geografia del turismo, del paesaggio, dell’ambiente e dello sviluppo territoriale.


Corinto Gian Luigi

Professore associato nell’Università degli Studi di Macerata, dove insegna Economia dell’ambiente e Marketing del territorio nei corsi di Laurea in Scienze del turismo presso il Dipartimento di Scienze della formazione, dei Beni culturali e del Turismo. Dopo essersi occupato di produzioni agricole, da oltre un decennio si interessa prevalentemente di sistemi locali di sviluppo, della diffusione asimmetrica della crescita economica, dei conseguenti problemi di identificazione dei modelli di aggregazione territoriale dell’economia, di paesaggio, di promozione delle risorse enogastronomiche e del turismo rurale.


POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

GEOGRAFIA E ORGANIZZAZIONE DELLO SVILUPPO TERRITORIALE. SEZIONE: STUDI REGIONALI E MONOGRAFICI

VOLUMI DELLO STESSO AUTORE