Banner OpenAccess

Bologna il comune bottegaio: dai negozi di Zanardi all'Ente dei Consumi

Miti Gaetano
Bologna il comune bottegaio: dai negozi di Zanardi all'Ente dei Consumi
ISBN/EAN: 9788855533195
Pubblicazione: 2015
Pagine: 316
Formato: 17 x 24
Materia: Storia
Acquisto carta

Quantità:

Bologna il comune bottegaio: dai negozi di Zanardi all'Ente dei Consumi

Sono ormai passati cento anni dall’elezione di Francesco Zanardi a sindaco di Bologna, e quasi altrettanti dalla fondazione dell’Ente Autonomo dei Consumi, istituzione da lui fortemente voluta per tentare di alleviare le condizioni di vita dei bolognesi, in quegli anni travagliati dallo svolgersi della Grande Guerra. Gaetano Miti, ingegnere civile bolognese, ha coordinato i lavori di ristrutturazione dell’edificio, realizzato da Zanardi nel 1915 per farne il Panificio Comunale, e poi trasformato nel 1929 a sede dell’Ente, ed ora diventato sede del Museo Comunale d’Arte Moderna. Affascinato dal “genius loci” non è riuscito a trattenersi dallo studiare la storia dell’Ente Autonomo dei Consumi di Bologna, dell’edificio che la ospitava e soprattutto degli uomini i quali, in un modo o in un altro, sono stati coinvolti dalla ventennale e complessa vita di questo Ente. Il testo ripercorre le vicende dell’Ente Autonomo dei Consumi di Bologna, dalla costituzione nel 1915, fino alla chiusura nel 1935 ed alla sua parziale ricostituzione con la Cooperativa di Consumo La Bolognese, che, nel secondo dopoguerra, ha dato origine alla Cooperativa di Consumo del Popolo, della quale è oggi erede e continuatrice la Coop. Adriatica. Viene descritta brevemente la situazione economica e politica della nostra città che portò alla idea dell’Ente, e sono illustrati i non facili rapporti con i commercianti, con le varie autorità e con la Cooperazione di Consumo, che condussero alla sua costituzione. Della vita dell’Ente sono ricostruiti molti episodi, anche curiosi, l’evolversi della sua attività ed l’intreccio con la vita amministrativa e politica di quel tempo. Ne vengono illustrati l’organizzazione interna, la rete commerciale degli spacci, le risultanze amministrative, i rapporti con i commercianti, con i consumatori e con la Cooperazione di Consumo. Storie di uomini, amministratori, dirigenti e semplici consumatori, un quadro completo di una istituzione creata per la difesa del livello di vita delle classi popolari della città.

INDICE

Miti Gaetano


POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE

// Carichiamo l'elenco degli stati