Banner OpenAccess

Construction of Tunnel Portal Structures within the Active Landslide Bodies

Jovičić Vojkan Galuf Saša Muhić Elvir
Articolo Immagine
ISSN:
0557-1405
Rivista:
Rivista Italiana di Geotecnica
Anno:
2022
Numero:
1
Fascicolo:
Rivista Italiana di Geotecnica N. 1/2022
DOI:
10.19199/2022.1.0557-1405.032

Acquisto digitale

Acquista:

€ 14.00

Costruzione di portali di gallerie all’interno di corpi di frana attivi

La costruzione di gallerie in roccia tenera nella regione mediterranea è solitamente realizzata con sbancamenti preliminari all’interno di depositi quaternari, tipicamente soggetti a erosione superficiale associata a scivolamenti e scorrimenti. Questi processi formano talvolta corpi di frana di diverse dimensioni. Spesso, le frane non possono essere evitate modificando il tracciato delle gallerie. Sul corridoio europeo Vc dell’autostrada Zenica-Sarajevo in Bosnia ed Erzegovina, i due portali della galleria dovevano essere scavati in depositi quaternari e strati oligo-miocenici e giurassici cretacei soggetti a instabilità franosa. La costruzione di un galleria si sviluppa di solito utilizzando sbancamenti temporanei per iniziare lo scavo sotterraneo, mentre i portali delle gallerie vengono costruiti in un secondo momento. In questo caso, dove la costruzione della galleria deve iniziare all’interno del corpo di frana attivo, tale concetto è stato riconsiderato in modo che le strutture finali dei portali siano costruite per prime in modo da consentire la stabilizzazione della frana. L’articolo intende presentare due casi di gallerie costruite in queste condizioni complesse e fornire una serie di raccomandazioni per la loro progettazione. Inoltre, viene mostrato il bilancio tra l’impatto inevitabile della costruzione della galleria sulla franosità e il passaggio in sicurezza durante lo scavo sotterraneo. Le diverse soluzioni a questa sfida progettuale sono mostrate per i casi esempio.

Tunnel constructions in soft rock in Mediterranean region are usually initiated with excavations of pre-cuts within quaternary deposits, which are typically subjected to surface erosion associated with sliding and creeping. These processes occasionally form landslide bodies of different size. Often, landslides cannot be avoided by tunnel layout. On the motorway Zenica-Sarajevo on the European corridor Vc in Bosnia and Herzegovina, the two tunnel portals were to be excavated in quaternary deposits and weathered Oligo-Miocene and Jurassic Cretaceous strata affected by landsliding. Tunnel construction is usually developed using temporary cuts to start underground excavation while the final structures of tunnel portals are constructed later. In this case, in which the tunnel construction must start within the active landslide body, this concept was reconsidered so that final portal structures were constructed first to enable remediation of the landslide. Objective of this paper is to present two case examples of tunnel structures constructed within these demanding conditions and devise the set of recommendations for design. The balance between the inevitable impact of tunnel construction on landslides and the safe passage of tunnel construction to underground excavation is highlighted and case example solutions to this design challenge are presented in the paper.

Keywords: tunnel construction, portal structures, soft rock, weathered ground, landslides.

// Carichiamo l'elenco degli stati