Banner OpenAccess

Giovanni abate del monastero di San Salvatore della Fontana Taona: confessarius comitisse Mathildis?

Zagnoni Renzo Vannucchi Elena
Articolo Immagine
ISSN:
2612-3266
Rivista:
Matildica
Anno:
2021
Numero:
IV
Fascicolo:
MATILDICA IV-2021

Acquisto digitale

Acquista:

€ 14.00

Questo scritto rende conto di una citazione contenuta in un volume del 1741, nel quale l’abate del monastero benedettino vallombrosano di San Salvatore della Fontana Taona di nome Giovanni, documentato nella seconda metà del secolo XI, viene definito confessarius comitisse Mathildis. Anche se non è possibile confermare in modo ultimativo questa affermazione, l’analisi dei documenti del secolo XI relativi da un lato alla presenza di Matilde presso l’ospitale di San Bartolomeo detto del “Pratum Episcopi” nell’estate del 1098 e dall’altro al monastero, permettono di sostenere con varie argomentazioni la veridicità dell’affermazione.

Parole chiave: Matilda - Fontana Taona - confessore.

John Abbot of the Monastery of San Salvatore of Fontana Taona: confessarius comitisse Mathildis?

This writing accounts for a quotation contained in a volume of 1741, in which the abbot of the Vallombrosan Benedictine monastery of San Salvatore della Fontana Taona named Giovanni, documented in the second half of the eleventh century, is called confessarius comitisse Mathildis. Although it is not possible to confirm this statement in a final way, the analysis of the documents of the eleventh century relating on the one hand to the presence of Matilda at the hospital of St. Bartholomew called the “Pratum Episcopi” in the summer of 1098, and on the other to the monastery, allow to support with various arguments the veracity of the statement.

Keywords: Matilda - Fontana Taona - confessor.

// Carichiamo l'elenco degli stati