Banner OpenAccess
Banner Torrossa

Galleria Sparvo: sistema fondazionale innovativo per il viadotto Molino di Setta situato in prossimità dell’imbocco sud

Bongio P. Bringiotti Massimiliano Selleri Alberto
Articolo Immagine
ISSN:
0393-1641
Rivista:
Gallerie e grandi opere sotterranee
Anno:
2014
Numero:
109
Fascicolo:
Gallerie e grandi opere sotterranee N.109/2014

Acquisto digitale

Acquista:

€ 14.00

I sistemi fondazionali dei viadotti previsti nel Progetto della “Variante di Valico” sono caratterizzati da pozzi profondi. La stessa tipologia di fondazione era prevista anche per il viadotto “Molino di Setta”, ma in fase realizzativa è stata proposta una variante progettuale consistente nella sostituzione delle fondazioni a pozzo “classico” per mezzo di palificate speciali costituite da pali di grande diametro ∅2300mm (Proactive Portant Piles) posti a distanze interassiali ridotte secondo una disposizione a simmetria radiale (pile), in grado di garantire un comportamento “meccanico” equivalente a quello dei pozzi “classici” stessi e assicurando significative riduzioni di costi e importanti restrizioni in termini di tempistiche realizzative. La modifica ha comportato un notevole contenimento delle profondità di scavo, migliorando le condizioni di sicurezza delle maestranze; in alcuni casi è stato possibile eliminare le opere provvisionali necessarie per il sostegno degli scavi, mentre per la realizzazione di alcune pile gli scavi temporanei sono stati sostenuti per mezzo di strutture in pali CCFA (pali secanti rivestiti). Dal punto di vista del dimensionamento geotecnico, sono state eseguite verifiche sia del palo singolo sia del gruppo di pali, analizzato come un “Pozzo Equivalente” avente un diametro esterno tale da circoscrivere tutti i pali della fondazione.