Banner OpenAccess
Banner Torrossa

Il cancro del cipresso, un esempio del potenziale distruttivo delle specie aliene invasive

Danti Roberto Sara Sara Emiliani Giovanni Di Lonardo Vincenzo Della Rocca Gianni
Articolo Immagine
ISSN:
0028-0658
Rivista:
Natura & Montagna
Anno:
2019
Numero:
2
Fascicolo:
Natura & Montagna N.2/2019

Acquisto digitale

Acquista:

€ 14.00

La comparsa di organismi alieni (ovvero che a causa dell’azione dell’uomo si trovano a colonizzare habitat diversi dai loro originari) spesso causa danni molto seri a livello ambientale ed economico. Un caso eclatante è stato quello del fungo patogeno Seiridium cardinale, responsabile del cosiddetto “cancro corticale del cipresso”, che negli anni ’50 è stato introdotto dalla California in Italia ed ha decimato molti popolamenti di cipresso comune nel centro Italia, deturpando il paesaggio e creando ingenti danni economici. Questa nota si propone di narrare la storia della malattia in Italia, i danni che ha causato al paesaggio, e le azioni effettuate per contenerne gli effetti negativi.