Banner OpenAccess

Movimentazione dello smarino tramite sistema di nastri trasportatori con riferimento a vari case histories

Bringiotti Massimiliano Duchateau J. B. Portner S.
Articolo Immagine
ISSN:
0393-1641
Rivista:
Gallerie e grandi opere sotterranee
Anno:
2013
Numero:
108
Fascicolo:
Gallerie e grandi opere sotterranee N.108/2013

Acquisto digitale

Acquista:

€ 14.00

Lo scavo di gallerie richiede soluzioni affidabili per il trasporto all’esterno del materiale di risulta. La Marti Technik leader nella progettazione, costruzione, installazione e gestione di impianti e sistemi per il trasporto, mostra nei nastri trasportatori il suo punto di forza. Tale sistema richiede solitamente un minore numero di addetti, limitati consumi energetici ed ha una manutenzione programmabile con costi di esercizio ridotti. Inoltre è indipendente dai sistemi circostanti presenta spesso un costo globale minore dei classici sistemi alternativi. Anche per lo smarino di scavo di due cunicoli facenti parte della Galleria di Base del Brennero, lunga circa 55 km, si è optato per il sistema nastro trasportatore; uno porta il materiale scavato con la TBM presso l’area di deposito di AIca e l’altro, attraversando l’autostrada del Brennero A22, la linea ferroviaria, la statale SS12 ed il fiume Isarco, presso il deposito di Mules. Il nastro, principalmente nelle aree esterne, è blindato con una copertura che protegge il passaggio sottostante da eventuali cadute di materiale. Inoltre, la tratta con il sovrappasso stradale, particolarmente delicata, è progettata per evitare l’accumulo e la successiva caduta di neve sulle sottostanti sedi viarie. Tale sistema permette lo smaltimento dello smarino in modo continuo e senza impegnare automezzi pesanti garantendo risparmio e sicurezza sia in cantiere che nelle aree di passaggio urbanizzate.

// Carichiamo l'elenco degli stati