Banner OpenAccess

Innovazione e sperimentazione per le guarnizioni di Sparvo e di Scilla

Bomben G. Bringiotti Massimiliano
Articolo Immagine
ISSN:
0393-1641
Rivista:
Gallerie e grandi opere sotterranee
Anno:
2013
Numero:
108
Fascicolo:
Gallerie e grandi opere sotterranee N.108/2013

Acquisto digitale

Acquista:

€ 14.00

In questo articolo vengono esaminati alcuni aspetti riguardanti le guarnizioni di sigillatura dei conci. In particolare sono considerate le premesse di carattere generale e l’evoluzione delle forme e delle tecniche applicative. La ricerca d’innovazione è stata sostenuta da una poderosa campagna sperimentale che ha consentito di mettere a punto prodotti con caratteristiche competitive e convalidate. A Sparvo (radoppio della Variante di Valico sull’autostrada A1 tra Firenze e Bologna), per la galleria a doppia canna, scavata con la TBM-EPB più grande del mondo con diametro 15,625 metri, la progettazione prevedeva una guarnizione con particolari cartteristiche prestazionali che si sono potute affrontare e risolvere grazie alle competenze acquisite. La guarnizione ancorata nel calcestruzzo a Scilla (elettrodotto a 380 kV c.a. in doppia terna “Sorgente Rizziconi” - collegamento in sotteraneo tra la località di approdo di Favazzina dei cavi marini e la verticale della stazione elettrica di Scilla) è il punto di approdo di una serie di diversi ambiti di ricerca finalizzati a migliorare l’operatività e le prestazioni.

// Carichiamo l'elenco degli stati